Marrakesh subito amara per Fognini, brilla Sonego

Cominciano con una cocente delusione per Fabio Fognini i due mesi più importanti dell’anno per un “terraiolo” del suo calibro. Il ligure perde male contro il ceco Jiri Vesely, già fatale nel 2018 a Wimbledon, e abbandona i sogni di gloria nel torneo di Marrakesh (dove era numero due del seeding dietro Sascha Zverev).

Primo set equilibrato (concluso con la netta vittoria al tie-break per il numero 101 del mondo), secondo set drammatico per il numero due italiano che cede due servizi, poi recupera un break quando ormai la partita sembrava finita, ma soccombe 6-4.

Se vorrà dire la sua a Montecarlo, Madrid, Roma e Parigi, Fognini dovrà ritrovare gioco, convinzione e continuità. Altrimenti non andrà lontano.

Molto bene invece Lorenzo Sonego, che conferma il buon stato di forma dimostrato nelle qualificazioni e vince agevolmente, in due set, contro il più quotato serbo Laslo Djere (numero 32 del mondo). Agli ottavi se la vedrà contro l’olandese Robin Haase.

Lotta, ma non basta, Thomas Fabbiano contro il francese Pierre-Hugues Herbert. La partita dura solo un set, il primo, portato a casa dall’italiano 7-6. Poi il numero 50 del mondo prende il controllo del match e vince agevolmente i successivi due set (6-4, 6-1).

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.